Le Nove Nuove del 15 luglio 2022


Le Nove Nuove di questo venerdì ci propongono alcune novità unite ad alcuni libri che vi proponiamo non solo per la loro bellezza ma anche per narrarvi il lavoro di alcune case editrici indipendenti. Romanzi imperdibili e un paio di proposte per bambini divertenti e diverse dal solito. 

 

Chris Fuhrman – Vite pericolose di bravi ragazzi 

Atlantide edizioni 

Chris Fuhrman ha completato la stesura di questo romanzo poco prima della sua prematura morte a 31 anni ed è infatti l’unico romanzo che è giunto a noi di questo autore. Una storia di riti di iniziazione, scontri tra bande rivali, sbronze, la scoperta del sesso e molto altro. Una storia interamente ambientata a Savannah – città natale di Fuhrman –  dove Tim , Francis e i loro amici servono messa e portano scompiglio nella cattolicissima scuola che frequentano. Tim è un ragazzino geniale, minuto e sovversivo; Francis invece è molto timido e innamorato di Margie, anche lei cattolicissima ma devota soprattutto ai tagli sulla pelle. Straziante e esilarante allo stesso tempo, questo romanzo di formazione è un classico del genere e della letteratura americana. 

 

Georges Simenon – Le sorelle Lacroix 

Adelphi edizioni 

Se è vero che ogni famiglia ha uno scheletro nell’armadio, come scrive Simenon in epigrafe a questo romanzo,  quello che lega le due sorelle Lacroix è davvero terribile. Ciò che tiene unita la famiglia delle sorelle nella loro villa borghese è l’odio generato da questo segreto, una specie di bubbone purulento che scoppia sovente in furiose liti, angoscianti ribellioni. Ma l’odio suscita desideri di vendetta, tentativi di omicidio e presunti suicidi e una giovane donna che si lascia morire d’inedia, prefigurando un cammino di santità. Con la sua solita scrittura impeccabile e coinvolgente, Simenon avvolgerà il lettore in questa spirale d’odio e orrore, lasciandolo quasi senza respiro sino all’epilogo. 

 

Ada Negri – Le solitarie 

Fve Editore 

Approfittiamo di questo splendido libro per tornare a parlarvi di una eccezionale casa editrice indipendente e di una delle nostre autrici del cuore. Ada Negri, nata nel 1870, è stata tra una delle più importanti autrici italiane, con opere che si sono occupate in particolar modo di denuncia sociale e di gettare luce sugli oppressi, sui poveri. Di lei continuano a stupirci la straordinaria modernità e il coraggio. I racconti contenuti ne “Le solitarie” hanno come protagoniste donne che portano su di sé un marchio che le segna e le esclude, che sia un difetto fisico o un passato scomodo, sono relegate ai margini della comunità. L’autrice ci guida in spaccati di umanità narrati con profondo acume psicologico, in realtà operaie e borghesi.

 

Luciano Allamprese – Il vecchio figlio

Atlantide Edizioni 

In questo libro viene narrata la tormentata storia tra un padre e un figlio, che con momenti di alti e bassi si dipana per tutta la loro vita. Questo equilibrio instabile viene messo alla prova da Serena, invisa a entrambi i genitori dell’io narrante e che si porrà come elemento variabile e altro nella relazione ormai consolidata tra padre e figlio e che li porterà a scoprirsi e riscoprirsi molto simili. Un romanzo nel quale gioca un ruolo fondamentale anche l’amore per la lingua che diventa quasi ossessivo quando si rivolge all’analisi del linguaggio paterno. Una chicca che Atlantide ci propone nella sua edizione migliore, in tiratura limitata.

 

Sharon Dodua Otoo – Una stanza per Ada 

NNEditore 

Quattro donne di nome Ada vivono in epoche e continenti diversi. La prima vive nel Ghana del XV secolo e piange la morte del suo bambino senza poterlo seppellire; la seconda Ada è la prima programmatrice della storia ma non sfuggirà alle gelosie del marito quando la troverà con il suo amante, Charles Dickens; la terza è detenuta nel campo di concentramento di Mittelbau-Dora dove è costretta a prostituirsi per i nazisti; la quarta Ada è una giovane londinese appena arrivata a Berlino cercando una casa per lei e per la bambina che sta per dare alla luce. Le storie di queste Ada ne formano una sola, accomunata da un prezioso bracciale che un uomo tenta di rubare a ognuna di loro. La storia di quattro donne che cercano la loro stanza tutta per sé dove possano vivere senza discriminazioni e violenza. 

 

Gabriele Galliani – Transagonistica 

Battaglia edizioni 

Il protagonista di questa storia è David Moraschino, detto l’Alieno, astro nascente del calcio che sogna di eccellere nella massima serie e che ci riuscirà, affermandosi tra le promesse più forti della Serie A.  Un giorno però, nel bel mezzo di una partita, scomparirà nel nulla. In una sorta di noir esistenziale, David cercherà se stesso e seguirà la sua necessità di cambiamento sino alla transizione di genere. In questo libro si intrecciano la poesia del gioco del pallone a temi forti quali l’omofobia negli ambienti calcistici. 

 

Matteo Bussola – Il rosmarino non capisce l’inverno 

Einaudi editore

In questo romanzo che racconta con la consueta toccante delicatezza di Matteo Bussola i rapporti umani, troviamo tra i protagonisti una donna che solo in tarda età scopre l’amore, una ragazza che fatica a perdonare sua madre, un’altra che non vuole figli, una sedicenne che si innamora della sua migliore amica e un’anziana che confida alla badante un terribile segreto. La cosa che più affascina di questo libro è che le storie narrate ci somigliano e coinvolgono, con interrogativi che ci potremmo porre anche noi, che ci toccano nel profondo, con semplicità e naturalezza. 

 

Etienne Gerin – Il signor Vroum 

Cacomela edizioni

Questo piccolo e prezioso libro pubblicato da una casa editrice che propone volumi per bambini davvero deliziosi è dedicato a chi non è primo. La storia del signor Vroum è la storia di un campione delle corse, che ha sempre fretta. I disegni richiamano l’arte futurista, i primi anni delle corse automobilistiche, originali e essenziali donano a questo libro un aspetto moderno e profondamente curato. 

Giuditta Campello e Marco Valducci – Mistero al cimitero 

Pelledoca editore 

Con la narrazione di questo libro vigliamo raccontarvi un po’ di una delle nostre case editrici per ragazzi preferite ossia Pelledoca, che qui troviamo nel suo formato “piccole piume”, edizioni maneggevoli e in bianco e nero. In questo racconto misterioso, tre ragazzi scoprono che vicino al campo in cui vanno a giocare si trova un cimitero abbandonato; volendo esplorarlo vengono però persuasi da alcuni adulti che raccontano loro che il luogo sarebbe stregato. Ovviamente non riescono a resistere alla tentazione e andandovi accanto sentiranno e vedranno movimenti sospetti. Riusciranno a risolvere il mistero? 

Età di lettura consigliata: dai sette anni. 

 

C'è 1 comment

Add yours