Salutavano Sempre


Salutavano Sempre

I grandi autori del passato raccontati da chi li conosce bene

Il 25 gennaio alle 18:30 inizierà la nostra rassegna dedicata alle presentazioni di grandi scrittori che, per cause di forza decisamente maggiore, non possono essere qui a raccontarsi.

Dalla collaborazione con Monica Pedretti, autrice e grande conoscitrice di letteratura, è nata questa idea di dare voce a questi grandi autori del passato. E che voce! Per la prima parte della rassegna, che promette di prolungarsi anche oltre l’estate, “ospiteremo” Jean-Claude Izzo, Agatha Christie, Alberto Moravia, Italo Calvino, Eugenio Montale. A parlare di loro avremo Valerio Varesi, Giusy Giulianini, Cinzia Venturoli, Alessandro Castellari e Alberto Bertoni, autori e esperti di letteratura che parleranno con passione e grande professionalità dei grandi di cui sopra.

25 gennaio, ore 18:30: Valerio Varesi presenta Jean-Claude Izzo

Valerio Varesi è nato a Torino nel 1959 da genitori parmensi. Cresce a Parma, si laurea in filosofia a Bologna con una tesi su Soren Kierkegaard e qui lavora per oltre trent’anni come giornalista nella redazione locale del quotidiano Repubblica.

È autore di sedici romanzi con protagonista il commissario Soneri della questura di Parma, interpretato per la televisione da Luca Barbareschi nella serie “Nebbie e delitti”. Per Varesi il noir deve essere uno strumento di indagine dell’attualità e quando le storie richiedono una voce diversa, tradisce il personaggio seriale per cercare forme narrative adatte alla storia da raccontare. Un esempio tra tutti, la Trilogia di una Repubblica che raccoglie tre romanzi storico politici.

È tradotto in Gran Bretagna, Spagna, Germania, Olanda, Turchia, Polonia e Romania oltre che in Francia dove è molto apprezzato ed è stato definito da Le Figaro il Simenon italiano.

Jean-Claude Izzo è nato a Marsiglia nel 1945 da padre immigrato di origine italiana e madre casalinga francese, figlia di immigrati spagnoli. Non è un caso che l’immigrazione sia uno dei temi della sua opera. Frequenta una scuola professionale, lavora prima come libraio poi come bibliotecario.

Nel 1972 inizia a lavorare come giornalista per La Marsellaise Dimanche. Nello stesso periodo pubblica la prima raccolta di poesie. Nel 1993 pubblica nella rivista Gulliver un racconto che costituirà la base del suo primo romanzo Casino totale, che su insistenza di Michel Le Bris e Patrick Raynard verrà poi pubblicato nel 1995 nella Serie Noir di Gallimard. Il romanzo otterrà un grande successo, aggiudicandosi parecchi premi e sarà l’inizio della trilogia marsigliese con protagonista Fabio Montale, il personaggio che meglio caratterizza lo stile di Izzo e che interpreta perfettamente il noir mediterraneo, di cui Izzo è il creatore. Inizia la trilogia come poliziotto, la finisce da uomo che gode e vive la sua città con un amore viscerale ma critico e che guarda con lucidità il mondo. Oltre agli altri due romanzi che compongono la trilogia, Chourmo e Solea, Izzo pubblica il romanzo Marinai perduti.

Muore il 26 gennaio del 2000 dopo aver pubblicato il suo ultimo struggente romanzo Il sole dei morenti.

Salutavano tutti: La rassegna

La formula sarà quella dell’aperitivo con l’autore e vi proporremo una bevanda cara ai protagonisti della serata.

Ad esempio, sapete che cosa amava bere Hercule Poirot? O quale liquore nato a Marsiglia ci accompagnerà mentre parleremo di Jean Claude Izzo?
Per organizzare al meglio la serata, vi consigliamo la prenotazione.

La rassegna proseguirà con:
8 febbraio, ore 18:30, Agatha Christie presentata da Giusy Giulianini
15 marzo, ore 18:30,  Alberto Moravia presentato da Cinzia Venturoli
19 aprile, ore 18:30, Italo Calvino presentato da Alessandro Castellari
17 maggio, ore 18:30, Eugenio Montale presentato da Alberto Bertoni

C'è 1 comment

Add yours